Edizioni successive

La seconda edizione, visto il successo riscosso l’anno precedente, ricalcò esattamente la prima apportando solo piccole variazioni. La terza edizione rappresenta la prima crescita con un’organizzazione sempre più precisa, con idee sempre nuove e e sempre più scenografiche. Perché in quell’anno al di là dell’inaugurazione rappresentata da una margherita (simbolo dell’associazione “Primavera ’94”) che si illuminò all’improvviso su una casa adiacente la piazza dei giochi, ci fu l’introduzione dei giochi e delle scenette con veri e propri costumi affittati per l’occasione, ma soprattutto si organizzò all’interno delle serate “Lu festival de S’arrete”, vera e propria rappresentazione canora “fai da te” in cui una ventina di concorrenti imitarono cantanti famosi esibendosi dal vivo e senza lasciarsi andare a facili trionfalismi, l’evento ebbe un successo clamoroso. Sulla stessa falsariga si organizzarono le successive edizioni del 1997 e del 1998. Nel 1999 si registrò il primo anno senza giochi per una serie di difficoltà ma anche per tirare un po’ il fiato dopo molte estati di intenso lavoro. Si pensò così che anche per i giochi era stata scritta la parola “fine”, invece l’anno seguente, nel 2000, ci fu la grande svolta: il cambio dello spazio, oggi denominata “location”. Dalla piazza del centro del paese si è passati al campo sportivo. Scelta chiaramente non condivisa da tutti perché si temeva di perdere, oltre al fascino di una cornice suggestiva, la possibilità di animare il centro del paese, timore sicuramente condivisa anche dal direttivo dell’Associazione ma che si prese la responsabilità di questo cambio. In una visione prospettica il campo sportivo proponeva tanti vantaggi: la possibilità di accogliere un maggior numero di pubblico, avere più spazio e più sicurezza per i bambini, poter allestire un’area ristoro più attrezzata, poter usufruire di servizi igienici e magazzini per riporre materiali e attrezzature. Fu un’organizzazione complessa dato il cambio del luogo ma dopo qualche sera di titubanza la nuova arena dei giochi conquistò anche i più scettici. Negli anni successivi dal 2001 al 2005 furono rappresentati da un susseguirsi di migliorie e di innovazioni, come ad esempio la modalità di formare le squadre, i presentatori, le scenografie, l’inserimento della tombola. Tutto ciò ha contribuito alla crescita della manifestazione entrando sempre di più nel cuore della gente, e non solo degli abitanti di San Giovanni Teatino alta. Nel 2006 ci fu la seconda “sosta tecnica”, ma nel 2008 si partì con l’organizzazione della 14ª edizione, con ospiti sempre più importanti, giochi innovativi, una vera e propria area ristoro e un pubblico sempre più numeroso. [continua…]