Residenze teatrali

Caramanico Terme, 8-14 Luglio 2013
Progetto di Residenza Teatrale
[http://residenzeteatrali.org]

Re-Te è un progetto di residenza teatrale a cura dell’associazione culturale Errori Di Trasmissione, nasce dall’ascolto di un territorio per dare vita a un luogo dove fare esperienza di sé in relazione con gli altri, un luogo dove vi sia la capacità di osservare profondamente ciò che accade nel corpo sociale e trasformarlo in racconto, in atti poetici e artistici. Al centro del lavoro offrire la possibilità di sentirsi parte di una comunità nella scoperta di tutte le bellezze e risorse della comunità stessa; imparare a raccontare il proprio vissuto e immaginario partendo dal reale per assurgere a un contesto mitico ed emblematico, dove il quotidiano diventi straordinario, extra – ordinario.

Il desiderio è quello di fare un teatro che parla al cuore delle persone, che avviene tramite atti semplici e totali, che offre visioni e punti di vista particolari. Un teatro che invade il territorio, ne abita le case e la vita quotidiana, stringe relazioni con le persone e le sue storie. Un teatro che costruisce incontri, vive nel tessuto profondo della comunità che lo ospita, per fare dello spazio teatrale una casa comune.

In questo percorso di ricognizione, trovano spazio e si sperimentano, insieme al teatro, altri linguaggi della contemporaneità.
L’ idea è quella di portare a residenza per una settimana presso il Convento delle Clarisse, artisti provenienti da diversi luoghi del nostro paese per condividere una esperienza artistica unica.

Gli artisti pernottano presso il convento. La partecipazione agli eventi è assolutamente libera e gratuita.

Genitori… impariamo a navigare

corso_webDal mese di ottobre

Buone pratiche per un uso consapevole della rete

Il sovrapporsi di informazioni e la molteplicità di stimoli multimediali del Web non permettono agli adolescenti di essere consapevoli del mezzo, nonostante essi siano “esperti” nella gestione della tecnologia. Quindi spetta ai genitori il difficile compito di accrescere (coltivare) il livello di consapevolezza dei propri figli. Sicuramente è meglio proporre piuttosto che censurare, dal punto di vista sia dell’efficacia, sia, e soprattutto, della relazione formativa. Ma per proporre bisogna prima conoscere… e per conoscere bisogna praticare… o meglio “navigare”.

Obiettivi degli incontri

  • apprendere l’utilizzo di tecnologie applicate al web
  • apprendere con le tecnologie applicate al web
  • conseguire una consapevolezza dell’uso critico dei media e lo stimolo per riportare buone pratiche nel loro utilizzo quotidiano
  • creare una community permanente che coinvolge i partecipanti, anche dopo la conclusione del ciclo di incontri, nella riflessione, produzione e fruizione di contenuti

Gli incontri, in cui i partecipanti impareranno non solo a consumare la multimedialità decodificandone i messaggi e i significati ma anche a realizzare prodotti multimediali di qualità, mirano a diffondere un uso critico di strumenti quotidiani come videofonini, PC, internet ecc.

Ciclo di 10 incontri di 2 ore circa ciascuno.

Per ulteriori informazioni
cultura@prolocosangiovanniteatino.it